News

hotel-immagine

REGIONE MARCHE:CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER ALBERGHI E STRUTTURE RICETTIVE

REQUISITI RICHIESTI:

  1. Appartenenza alle micro, piccole e medie imprese;
  2. Appartenenza ai seguenti codici Ateco: 55.10.00/55.20.10/55.20.5/55.30.00. I codici ATECO indicati si riferiscono a: alberghi e assimilati; villaggi turistici; country house; affittacamere; case e appartamenti per vacanza e residence; aree di campeggio.
  3. Possesso o locazione dell’immobile sul quale si effettua l’intervento. In caso di locazione o possesso parziale, è necessaria l’autorizzazione del proprietario o dei “conproprietari”;
  4. In regola con il DURC al momento della liquidazione del contributo (sia a titolo di anticipo che di saldo);

INTERVENTI AMMISSIBILI:

Il bando si propone di favorire la riqualificazione delle strutture ricettive, purchè ricadente in almeno uno dei seguenti ambiti:

  1. specializzazione nell’accoglienza di famiglie con bambini;
  2. specializzazione nell’accoglienza del turista culturale, nonché punto di promozione delle risorse culturali del territorio circostante;
  3. specializzazione nell’accoglienza di appassionati di trekking, pellegrini e turisti “slow” che affrontano il viaggio a piedi;
  4. specializzazione nell’accoglienza di ciclisti e di turisti slow che affrontano il viaggio in bicicletta;
  5. strutture ricettive con terme, spa e centri benessere;
  6. specializzazione nell’accoglienza di chi viaggia per lavoro;
  7. specializzazione nell’accoglienza di meeting

A ciò si aggiunge:

  1. ambito dell’innovazione tecnologica: interventi volti alla domotica per l’accoglienza del cliente e contenimento dei consumi energetici;
  2. ambito della sostenibilità ambientale: spese volte alla riduzione dell’impatto ambientale dell’edificio, sia in termini di consumo energetico, che in termini di produzione di rifiuti.
  3. ambito del miglioramento dell’accessibilità:  spese volte al superamento delle barriere architettoniche;
  4. miglioramento della classificazione (Stelle)

SPESE AMMISSIBILI E INTENSITA AIUTO:

Le spese ammissibili devono riguardare la riqualificazione dell’immobile, da intendersi come interventi di ristrutturazione, straordinaria manutenzione, restauro, risanamento conservativo e ampliamento, acquisto di attrezzature e arredi, nonché consulenze e certificazioni. Ammissibile anche l’acquisto di beni immobili, terreni e fabbricati.

Nel dettaglio:

Il contributo sarà a FONDO PERDUTO e verrà concesso secondo le seguenti intensità:

  1. Lavori ed opere edili compresi gli impianti:  contributo massimo del 50% sul totale della spesa;
  2. Beni strumentali e attrezzature, compresa la dotazione informatica: contributo massimo del 40% sul totale della spesa;
  3. Arredi con coefficienti di ammortamento pari al 12% annuo: contributo massimo del 30% sul totale della spesa;
  4. Acquisto di beni immobili, terreni e fabbricati: contributo massimo del 20% sul totale della spesa;
  5. Spese per consulenze esterne: contributo massimo del 10% sul totale della spesa;

Il contributo massimo concedibile è pari a 200.000 euro.

Le spese possono essere retroattive al 01/01/2015, purchè le opere, in linea di principio, non siano ultimate.

Il costo complessivo non può essere inferiore a 50.000 euro. Assenti i limiti massimi.

PROCEDURA DI VALUTAZIONE:  A graduatoria, con chiusura dello sportello al 15 Gennaio 2018

Tweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on FacebookEmail this to someone
Copyright © 2017 Impresa Intelligente Srl - Via Einaudi, 24 61032 FANO (PU) CF./P.IVA N. 02643050418 R.E.A. 198190
Telefono +39.0721.816515 info@impresaintelligente.it